Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

 
Home Page You Tube   Pinterest   Twitter   Linkedin   You Tube   English version   
CREARE E GESTIRE L'IMPRESA | SVILUPPARE L'IMPRESA | INFO ECONOMICA | TUTELARE L'IMPRESA | PROMOZIONE DEL TERRITORIO
Homepage > Promozione del territorio > La Cupola Arnaboldi

La Cupola Arnaboldi di Pavia per lo sviluppo culturale e turistico

Gli spazi di proprietà della Camera di Commercio, un tempo centro di contrattazione commerciale, in questi mesi saranno sottoposti a lavori di riqualificazione architettonica e impiantistica e prenderanno nuova vita.

 

IL PROGETTO

L'iniziativa, con il contributo prezioso di Fondazione Cariplo, non è centrata solo sulla rifunzionalizzazione e sulla gestione dell’immobile, ma ha in sé la volontà di creare, far crescere e promuovere un sistema “culturale e turistico”.

L’investimento economico e progettuale sulla valorizzazione culturale e turistica della provincia di Pavia, con particolare focus sui Cammini, nasce dalla consapevolezza della potenzialità del contesto storico, economico e dalle attitudini attuali di turisti e viaggiatori.

Il progetto è, comunque, inserito nell’ampia visione progettuale della Camera che, attraverso la propria rete di relazioni con soggetti pubblici e privati territoriali, sovralocali, nazionali e internazionali, è volta allo sviluppo economico del territorio. 

 

E’ importante sottolineare la presenza significativa dei numerosi cammini a Pavia. Oggi i cammini religiosi e spirituali che rappresentano l’idea del viaggio e del messaggio sono anche momento privilegiato di ricerca di spiritualità, di esperienze e di scambi con il territorio che si percorre. Pavia eÌ€ ancora oggi un crocevia importante di studenti, pendolari, turisti cosiÌ€ come nel passato fu meta di genti, pellegrini, fedeli, mercanti, re e nobili.

La cittaÌ€ di Pavia eÌ€ riconosciuta dalla Commissione Europea come “Crocevia d’Europa”, capitale europea dei cammini di fede e cultura, per la ricchezza dei percorsi che si incrociano nella cittaÌ€ e che interconnettono altri territori. I cammini di fede, insieme alle vie ciclabili (per esempio i percorsi Vento e Brezza), alle vie d’acqua fanno di questo territorio a pieno titolo una meta di slow tourism.

 

GLI SPAZI 

Al piano terra nascerà un Infopoint dei Cammini, ove sarà centrale un’attività di back office e di front office legata agli itinerari culturali e religiosi della provincia di Pavia. L’infopoint intende essere un punto di riferimento sia per i viaggiatori sia per gli operatori turistici e commerciali.

Verranno erogati servizi di informazione, accoglienza, assistenza turistica, vendita di pubblicazioni, comunicando un'immagine unitaria del territorio.

L’Infopoint collaborerà con la Camera per i contatti nazionali e internazionali ed il servizio sarà disponibile tutto l’anno.

Inoltre, verrà riservato uno spazio per la Bottega dei Cammini, una “vetrina” per il territorio in cui si uniscono enogastronomia e storia locale, dove si potrà trovare ristoro per il fisico e per la mente, leggendo e conversando con altri viaggiatori, qui si potrà conoscere la terra pavese anche attraverso esperienze di gusto e acquistando prodotti a km zero. La creazione di uno spazio dedicato alla cultura enogastronomica locale è fondamentale per favorire il turismo e la cultura. La Bottega dei Cammini ha finalità commerciali ma è anche opportunità di conoscenza del territorio.

Al piano superiore verrà realizzato lo spazio multifunzionale (composto da spazi di dimensioni diverse) in cui potranno svolgersi iniziative culturali, progettazione culturale di rete, formazione, coordinamento per B2B in ambito turistico, culturale, enogastronomico, accompagnamento delle start up. Lo spazio potrà essere utilizzato dalla Camera di Commercio, da Paviasviluppo ma potrà anche essere concesso in locazione ad enti, imprese, associazioni per iniziative culturali, conferenze, presentazioni aperte al pubblico.

Si potranno organizzare eventi culturali che offrano l’opportunità di conoscenza e di approfondimento del territorio e che possano essere intesi come “formativi” per la Comunità, per i turisti e per gli alunni delle scuole.

La rifunzionalizzazione della Cupola è finalizzata a creare un centro aggregativo, produttivo e propulsivo: un punto di riferimento per gli operatori, per la cittadinanza e per i turisti.

 


Ultima modifica: 5/5/2022